Nasce San Sebastiano Contemporary

Nasce in Sicilia San Sebastiano Contemporary, il nuovo spazio dell’artista Davide Bramante

9 gennaio 2020

A PALAZZOLO ACREIDE, IN PROVINCIA DI SIRACUSA, NASCE IN UNA ELEGANTE PALAZZINA LIBERTY UN NUOVO SPAZIO PER L’ARTE. A CREARLO UN ARTISTA. QUI IL RACCONTO.

San Sebastiano Contemporary – Casa Bramante è il nuovo spazio per l’arte contemporanea inaugurato in Sicilia in un piccolo centro in provincia di Siracusa, Palazzolo Acreide, meta del turismo internazionale che da Ortigia si sposta a Noto e nei dintorni, affascinato dalla natura, dal patrimonio, dal cibo. L’elegante palazzina liberty appartenuta ai Calleri, una famiglia borghese di Palazzolo poi emigrata, era rimasta in stato di abbandono per più di 50 anni. I 140 metri quadrati sono suddivisi su tre livelli, nella centralissima via San Sebastiano, recuperati grazie ad un attento restauro conservativo dei tetti, delle volte, dei pavimenti recuperabili.

LA GENESI DELLO SPAZIO

Il merito di averci visto un luogo espositivo, di aggregazione artistica e culturale, è dell’artista e fotografo siracusano Davide Bramante (Siracusa, 1970) che da tempo vive nelle campagne di questa zona, insieme alla sua famiglia e ai suoi piccioni viaggiatori che ammaestra da quando era ragazzino. Anche lui un instancabile viaggiatore ha fatto tesoro delle sue esperienze con i poveristi a Torino e dei suoi soggiorni a Londra e negli Stati Uniti, per dare vita ad un nuovo spazio catalizzatore di energie e visioni contemporanee che mancava nella Sicilia Orientale. L’iniziativa risponde alla sempre maggiore richiesta di luoghi che abbraccino le arti contemporanee, anche da parte dei numerosi stranieri che vanno a vivere nelle zone circostanti, rilanciando l’offerta culturale e affiancando i già esistenti musei presenti sulle terre dell’antica Akrai, prima colonia dei Corinzi a Siracusa, dediti al culto della Grande Madre: il Museo Archeologico e Teatro Greco, il Museo etnoantropologico Antonino Uccello, il Museo dei Viaggiatori in Sicilia.

UN LAVORO DI GRUPPO

Molti amici artisti con cui gioca a ping pong nella sua casa di Siracusa lo hanno sostenuto nel creare la mostra di apertura, con cui ha restituito il palazzo agli abitanti del posto: una sala con al centro un tavolo di questo sport semplice e divertente, simbolo di aggregazione, gioco, sfida. Le racchette sono state modificate, dipinte, intervenute da Roberto Coda Zabetta, Giuseppe Bombaci, Angelo Bellobono, Simone Marini, Daniele Bianco, Daniele Galliano, Davide Dormino e il tavolo da Giulio Zanet e Andrea Casciu. Anche gli abitanti di Palazzolo e tutti i visitatori potranno impugnare racchette e palline vere nelle prossime settimane. Bramante è anche un attento e raffinato collezionista di arte moderna e contemporanea, questo spazio su cui ha investito molto tempo e denaro, però, non nasce con l’intento di esporre le proprie collezioni ma di essere luogo vivo e in continua trasformazione grazie proprio a questo sodalizio tra artisti e con il territorio. I prossimi mesi saranno quelli della progettazione più intensa, diverse le esposizioni collettive e personali già in programma: Mauro Benetti (aprile), Fotografia (maggio-giugno), Filippo La Vaccara (luglio-agosto), Corrado Levi (agosto – settembre), Domiziana Giordano (agosto-settembre).

– Mercedes Auteri